Appunti sui KML

Pubblicato: dicembre 26, 2011 in software, Spiegazioni
Tag:, , , , , , ,

Vediamo di tenere qualche appuntino sui KML che voglio realizzare, basandomi sia sull’analisi di un KML generato da Google Earth dandogli in pasto in GPX di inSSIDer che sulle reference KML che Google mette a disposizione.

Per chi volesse documentarsi :
KML Tutorial
KML Reference
Advanced use of KML tags

Vediamo anzitutto il blocco dei dati che mi interessano :

<Placemark>
<name>Alice-00000000 [00:1D:8B:**:**:**]</name>
<description>13.3</description>
<TimeStamp><when>2011-08-14T14:44:52Z</when></TimeStamp>
<styleUrl>#waypoint</styleUrl>
<Point>
<coordinates>9.235796,44.350170,59.50</coordinates>
</Point>
</Placemark>

Ciò è a dir poco inutile…
Nei tag <description> bisogna mettere tonnellate di dati!
Per fortuna posso mettere quello che voglio inserendo un CR con il codice standard html <BR>, questo è già il primo passo nella tabella di conversione da calc a KML.
Se poi volessi mettere altro codice html dovrei usare il codice CDATA, ma per il momento credo che il banale <br> mi sia più che bastevole.

Però si nota caricando il KML che le prime due righe del tag <description> vengono poi riportate nel pannello dei luoghi, cosa che voglio comandare io, senza dover riformattare tutto l’ambaradan.

Uno snippet utile potrebbe essere questo :

<Placemark>
<name>A Bridge</name>
<Snippet maxLines=”4″>
The snippet is a way of
providing an alternative
description that will be
shown in the List view.
</Snippet>
<description>This is the Golden Gate Bridge</description>
<Point>
<coordinates>-122.4784418363343,37.81888070994548,0</coordinates>
</Point>
</Placemark>

Ovvero forza l’uso di un testo di massimo N (in questo caso 4) linee nel pannello dei luoghi, cosa che potrebbe tornare utile…
Fin qui va bene, solo che voglio anche dividere le reti trovate per crittografia e/o per canale, usando le simil-directory ad albero, ma come?
Con il tag <Folder> decido il gruppo, e con il tag <name> il nome del gruppo.

<Folder>
<name>Waypoints</name>

Mi resta qualche perplessità sulla nidificazione dei folder, indi mi sono fatto pulizia nella cartella dei Luoghi Temporanei e mi sono creato qualche folder e sub-folder, ecco lo snippet interessato :

<Folder>
<name>livello1</name>
<open>1</open>
<description>decrizione_livello1</description>
<Style>
<ListStyle>
<listItemType>check</listItemType>
<bgColor>00ffffff</bgColor>
<maxSnippetLines>2</maxSnippetLines>
</ListStyle>
</Style>
<Folder>
<name>livello2</name>
<open>1</open>
<description>descrizione_livello2</description>
<Folder>
<name>livello3</name>
<description>descrizione_livello3</description>
</Folder>
</Folder>
</Folder>
<Folder>
<name>livello1_copia</name>
<description>decrizione_livello1_copia</description>
<Style>
<ListStyle>
<listItemType>check</listItemType>
<bgColor>00ffffff</bgColor>
<maxSnippetLines>2</maxSnippetLines>
</ListStyle>
</Style>
</Folder>
</Folder>

Bene, i folder livello1 e livello1_copia sono due folder nella root, mentre livello2 e livello3 sono sub-folder di livello1.
Insomma, non devo fare altro che stabilire i folder che vanno in root e dar loro un nome, poi annidare i sub-folder.
Nulla di trascendentale, insomma, devo però manipolare un pochino le celle e colonne in Calc, ma questo lo si sapeva in partenza.
Ora che mi sono levato le curiosità più urgenti posso anche passare all’analisi degli header, anche se sarebbe meglio farlo a priori.
Però ho notato che lo schema è ovviamente un XML bastardo, indi non mi pongo troppi problemi, una volta definito l’indice delle referenze queste devono puntare al nome segnalato, niente di che.
Ma questo lo vedrò prossimamente, intanto inizio a rimaneggiare il file di Calc per allineare un pochino di dati e sputarmi fuori i testi con il <br> al posto giusto.
Male che vada lo farò in prima passata da Calc a CSV e poi con ReplaceText aggiungo i tag e sostituisco i comma con i CR…
Al lavoro!

Sto anche meditando che creare in casa i KML mi permette di farmi anche un file per tutti gli AP trovati, ed uno che sia suddiviso per produttore basandomi sulla lista dei MAC… quasi quasi…

Advertisements
commenti
  1. Emanuele scrive:

    Da come la metti giù sembra facile, ma mi sa che per i profani risulta leggermente più ostica la materia, anche con i tutorial suggeriti. Non fosse altro perché c’è… da scrivere! E credo che chi usa il wifi sia un utente diventato più “comodo”. Escludiamo i presenti, è ovvio!! Medita su “Certosino” come altro nickname

    • wifirapallo scrive:

      Non dico che sia facile, ma siccome è una specie di dialetto dell’html si può fare senza troppo sbattimento… Certosino come nickname non è malvagio, anzi, ma bisogna anche imparare a rendersi la vita tutto sommato facile. Per il parsing dei dati mi sono messo al lavoro ed ho risolto, per la generazione dei KML invece ho usato la funzione “CONCATENA” di Calc, e ti assicuro che funziona alla grande! Mi sono sbattuto circa tre ore per trovare la “combinazione” giusta, ma ora generare un kml è solo un mero copia ed incolla nel foglio di calcolo giusto, il resto lo genera in automatico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...